Pierluigi Amato

MATERIE: Advertising, Post Production

Pierluigi Amato è un fotografo/videomaker italiano. Nato nel 1988, si laurea in Ingegneria dei Trasporti presso La Sapienza, prima Università di Roma. Durante gli studi universitari si appassiona alla fotografia e dopo un periodo di formazione
da autodidatta decide di approfondire le sue conoscenze diplomandosi presso l’accademia romana REA ACADEMY in fotoreportage.

La prima esperienza lavorativa presso lo studio fotografico YOUNG BLOOD gli permette di affinare la tecnica fotografica e di muovere i primi passi nel mondo della post-produzione digitale.

Parallelamente come freelance ottiene pubblicazioni editoriali quali Special Cafè magazine, Low Ride, Chop and Roll, Repubblica, Wild magazine Exibart, Wired e collaborazioni con brand come Eastpak, Redbull e Vans. Partecipa al progetto internazionale “Letters from a prison” curato dal collettivo fotografico Luce.

Nel 2017 entra a far parte dello studio Thalamus Charles.

Il suo film “Aquila” sul lavoro dell’artista Stefano Cerio, viene selezionato al festival ArteCinema Napoli nell’edizione 2019.
Sempre nel 2019 collabora al corso di Lettura Critica dell’Immagine Fotografica del professor Paolo Emilio Cenciarelli presso il corso di laurea magistrale in Design della Comunicazione Visiva e Multimediale de La Sapienza prima università di Roma.
Nei primi mesi del 2020 collabora come montatore video al progetto Tracce sul Marciapiede, un’esposizione presso Triennale Milano del lavoro di Cenciarelli, curata da Roberto D’Agostino.

È tra i selezionati per la prima pubblicazione di Perimetro Roma.